img 081.246.19.42/49
img via Alessandro Manzoni P.co Cafiero 141/C
  • Seguici su :
28th giu

2018

Le 3 cose che devi sapere per prevenire il rischio infarto

immagine-in-evidenza-infarto-prevenzione

Le 3 cose che devi sapere per prevenire il rischio infarto

L’infarto è una malattia che colpisce il cuore. E’ causato da una ostruzione più o meno completa delle arterie che trasportano sangue e ossigeno, al cuore. Queste arterie sono chiamate coronariche.

 

Come riconosco un infarto in atto?

Il segno tipico dell’infarto è un dolore molto intenso al petto e che può estendersi al braccio sinistro e alle spalle. Qualche volta questo dolore intenso interessa anche la gola e l’addome.

 

Chi sono i soggetti a rischio infarto?

Si crede che l’infarto colpisca prevalentemente gli uomini. Ma non è così. Anche tante donne sono a rischio infarto. Moltissime donne sono in sovrappeso. Si calcola che il 30 % delle donne tra i 45 e i 65 anni in Italia è iperteso e l’80% presenta un problema di colesterolo alto (fonte Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica del San Raffaele Resnati di Milano: citato in Repubblica http://www.repubblica.it/salute/prevenzione/2009/03/18) In generale l’infarto è un rischio trasversale per sia lui che per lei. Eì per questo che tanto gli uomini quanto le donne devono prestare molta attenzione. Ma qualìè l’identikit del soggetto a rischio ?

  • Conduce una vita sedentaria ed è in sovrappeso
  • Fuma
  • Segue una alimentazione eccessivamente grassa
  • Magari ha qualcuno in famiglia che è già stato colpito in passato da infarto

 

3 Cose da fare adesso per prevenire il rischio infarto

 

Controlla il tuo peso  

immagine-a-infarto

Mantieni il tuo peso sotto controllo. Gli studi più accreditati consigliano di seguire una dieta corretta per prevenire il rischio infarto. Possibilmente pasti piccoli e frequenti. Modera anche il consumo di sale.

Riduci il grasso nel sangue

immagine-b-infarto

Le dislipidemie sono dovute ad una eccessiva concentrazione dei grassi circolanti nel sangue, tra cui il colesterolo ed i trigliceridi. Questi grassi sono pericolosi perché contribuiscono allo sviluppo di arteriosclerosi, all’insorgenza di infarto e ad altre malattie cardiovascolari. Secondo i dati del progetto cuore coordinato dal Ministero della Sanità in Italia il 23 % delle donne ed il 21 % degli uomini sono ipercolesterolemici. Il colesterolo LDL, deve essere valutato ed eventualmente ridotto con dieta e/o farmaci nell’ambito della considerazione del rischio cardiovascolare globale. Più alto è il rischio cardiovascolare, maggiore è la necessità di abbassarlo.

Esegui il test della prevenzione

immagine-c-infarto

Il rischio cardiovascolare può essere definito come la probabilità di assoluta di sviluppare un evento cardiovascolare fatale nel corso della propria vita. E’ fondamentale sapere sin da subito il proprio livello di rischio intervenendo sullo stile di vita ed eventualmente attraverso una terapia farmacologica adeguata.

Modifica il tuo stile di vita

  • Contatta il nostro esperto
  • Verifica se la tua dieta è ok
  • Segui un programma di attività fisica per migliorare il tuo stile di vita
  • Esegui gli esami mirati per controllare il livello di grassi circolanti nel sangue

 

A cura della redazione Salutiamo “Villa Angela”


call-to-action-infarto

Inserisci la tua migliore e-mail e numero di telefono

FAI GLI ESAMI GIUSTI E PARTECIPA AL NOSTRO SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL RISCHIO INFARTO

Se ti è piaciuto questo contenuto, condividilo: